Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Ricerca all'interno del sito

Navigatore interno al sito

Ti trovi qui:Torna all'entrata>Taccuino dei cavalli>Attualità>Violenza, negligenza e bestialità sui cavalli
Venerdì, 12 October 2018 11:47

Violenza, negligenza e bestialità sui cavalli

La cavalla Jasmine, ospite della Casa del Cane Vagabondo di Verbania, in cura con equipe veterinaria che la segue La cavalla Jasmine, ospite della Casa del Cane Vagabondo di Verbania, in cura con equipe veterinaria che la segue

Esistono i crimini sessuali sui cavalli?

Purtroppo sì, e non riguardano solo esseri umani che sfruttano cavalli per le loro loro aberrazioni sessuali, ma anche la costrizione alla riproduzione con coercizione di equidi in condizioni di maltrattamento.

39286358 978408619005957 2928192484892737536 nIl cavallo Apollo quando fu sequestrato

E' questo il caso che ha coinvolto due allevatori della provincia di Torino, indagati per maltrattamento dalla Procura della Repubblica di competenza.

Entrambi riportano danni permanenti agli apparati riproduttivi e sono stati sottoposti a sequestro per maltrattamento con affido alla Casa del Cane Vagabondo - Rifugio con annessa Scuderia del Maglio - di Barbania (TO) quale custode giudiziario, con Horse Angels come appoggio per la tutela legale dei cavalli e cani sequestrati.

Per quanto riguarda Jasmine, ha due vertebre rotte, il soffio al cuore, un versamento all’utero ed è ancora in prognosi riservata.

Apollo presenta un problema di pene eteroflesso che potrebbe essere corretto solo con l'evirazione, controindicata visto che si tratta di un'operazione invasiva, considerata anche l'età del cavallo.

Entrambi sono stati trovati nel momento del sequestro in condizioni di magrezza al limite della sopravvivenza.

Entrambi erano obbligati alla riproduzione contro ogni buon senso riportando danni permanenti fino alla messa in pericolo della loro stessa vita.

Il benessere degli animali da allevamento, per rispetto sia della dignità degli animali, sia della sanità pubblica, è evidente che non era tenuto in considerazione alcuna, se si è arrivati a questi danni.

Esistono correi? Persone che dovevano controllare questi allevamenti e chiuderli prima che scoppiasse lo scandalo? Lavoratori, funzionari, altri, persone che sapevano e che hanno taciuto macchiandosi del reato di corresponsabilità?

E' ora di istituire la tolleranza zero ai crimini e reati di negligenza e maltrattamento anche nei luoghi in cui i cavalli si allevano per la carne, e non per lo sport.

Insieme ai cavalli sono stati sequestrati anche dei cani, pure loro trovati in condizioni di maltrattamento.

Horse Angels ha affidato la difesa ad un proprio legale di fiducia. Chiederemo che a questi allevatori sia data la pena massima, con divieto di allevamento, trasporto e commercio di equidi per gli anni consentiti dalla legge.

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?