Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Ricerca all'interno del sito

Navigatore interno al sito

Ti trovi qui:Torna all'entrata>Tutela dei cavalli>Sensibilizzazione>Il cortocircuito della giustizia: l'affidamento degli animali sequestrati ai propri maltrattatori

Il cortocircuito della giustizia: l'affidamento degli animali sequestrati ai propri maltrattatori

Scritto da

Problematica assai delicata e anche eticamente importante è quella dell'affidamento degli animali sequestrati ai loro aguzzini.

La legge ed il codice penale prevedono che "Gli animali oggetto di provvedimenti di sequestro o di confisca sono affidati ad associazioni o enti che ne facciano richiesta individuati con decreto del Ministro della Salute, adottato di concerto con il Ministro dell'Interno", per ciò stesso le Associazioni quali Horse Angels sono riconosciute dal Ministero, a livello nazionale, come quelle che perseguono finalità di tutela degli interessi lesi dai reati previsti anche dalla legge 189/2004, i cosiddetti reati "contro gli animali".

Emblematico è il caso di un processo, che ancora si sta celebrando in primo grado, dove Horse Angels è costituita parte civile, durante le cui indagini preliminari furono sequestrati più di 86 equidi (quasi tutti cavalli). Operazioni che, suggestivamente, furono definite "Dirty Water" e "Febbre da cavallo".

Un processo con un numero alto di imputati e di imputazioni molto gravi che vanno dal traffico organizzato di rifiuti a quello di maltrattamento, corse clandestine e doping sui cavalli: una vera e propria organizzazione dedita anche alle corse clandestine e all'uso di mezzi illeciti sui poveri animali (bastoni chiodati, medicinali vietati, procedure efferate tra cui le focature, etc.).

Gli animali sequestrati in un primo momento furono affidati in parte agli stessi indagati, perchè ritenuti non trasportabili, e il resto dei cavalli a un custode giudiziario individuato dalla stessa Procura.

Parliamo di un numero evidentemente alto di cavalli e, dopo anni di custodia, vista l'onerosità del loro mantenimento e gestione, gli animali sono stati riaffidati ai loro aguzzini, contando sul fatto che fossero individuabili e controllabili, perchè tutti microchippati dall'ASL.

Qual è il destino di questi animali? E' possibile prevedere un esito positivo per la loro vita?

E' appena superfluo sottolineare che è il codice penale ad indicare come "protetto" oltre il sentimento per gli animali, anche la loro stessa vita e il loro diritto a non soffrire!

Era facilmente prevedibile quale fosse l'esito di una siffatta assegnazione.

Horse Angels, però, non si è persa d'animo ed è stata autorizzata dall'Autorità Giudiziaria ad effettuare un sopralluogo tramite un proprio perito ippiatra, di concerto con la Guardia di Finanza, per verificare lo stato di salute degli animali in sequestro.

Orbene, degli animali in custodia al soggetto imputato di maltrattamento a loro danno, solo un numero esiguo è stato ritrovato: gli altri SPARITI! In compenso ne sono stati rintracciati nella stessa stalla altri in numero sempre alto e privi di documentazione attestante la provenienza (!!!).

Horse Angels ha proceduto a denunziare nuovamente e, in questo caso, la "sparizione" di un numero elevato di cavalli, che essendo beni sotto sequestro non DOVEVANO e potevano dileguarsi.

Il 3 ottobre 2018 c'è stata la prima udienza del processo scaturito da questa denuncia e dalle nuove indagini, il fascicolo deve essere assegnato ad una sezione specializzata del Tribunale.

Ci sarà mai fine a questo? Horse Angels non si arrende. To be continued...

Laura Mascolo

Laura Mascolo è avvocato penalista del Foro di Napoli e fa parte del team degli Animal Lawyers del Comune Metropolitano. Segue per Horse Angels diverse cause penali per maltrattamento cavalli nella Regione Campania.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da Laura Mascolo

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?