Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Ricerca all'interno del sito

Navigatore interno al sito

Il trasporto dei cavalli

La norma comunitaria 1/2005, comporta l’introduzione di alcuni obblighi circa il trasporto dei cavalli a mezzo di un trailer, di una van o di un camion, nel territorio della Comunità.

La norma suddetta riguarda anche il trasporto che gli allevatori fanno dei propri cavalli entro un raggio di circa 50 km dalla propria azienda, ma non riguarda coloro che lo effettuano al di fuori di una situazione professionale, o per portare i cavalli dal veterinario.

La finalità di questo Regolamento è far sì che nessuno trasporti cavalli sottoponendoli a inutili sofferenze e disagi.

Infatti sono previste alcune regole a tale scopo:

– Bisogna fare di tutto per ridurre al minimo la durata del trasporto e bisogna far sì che i bisogni dei cavalli vengano soddisfatti durante il viaggio.

– I cavalli trasportati devono essere in grado di sopportare il viaggio stesso.

– I trailer e i van utilizzati per il trasporto cavalli devono essere concepiti ed usati in maniera di risparmiare ferite e sofferenze ai cavalli.

– In particolare i trailer e i van adibiti al carico e allo scarico dei cavalli devono essere fatti e usati in maniera tale da evitare ferite e sofferenze ai cavalli, dei quali deve essere altresì garantita l’incolumità.

– Coloro che effettuano il trasporto dei cavalli devono essere formati a questo compito.

– Durante il trasporto, che deve essere effettuato senza perdere tempo, le condizioni degli animali devono essere controllate regolarmente.

– Bisogna fare in modo che i cavalli durante il trasporto abbiano spazio sufficiente per il loro benessere, sia in ragione delle loro dimensioni che della durata del viaggio.

– A seconda della specie e della dimensione dei cavalli trasportati saranno dati loro acqua, cibo e possibilità di ‘sgranchirsi le gambe’.

La normativa in questione obbliga il trasportatore ad avere con sé la documentazione che attesti:

  1. Proprietà e origine dei cavalli
  2. Da dove sono partiti
  3. Data e ora di partenza
  4. Dove sono diretti
  5. Quanto dovrebbe durare il viaggio

Questa documentazione, Modello di Trasporto per animali vivi, chiamato anche Mod.4, da settembre 2017 va formulato in modo elettronico, per chi avesse dubbi o problemi, contattare la propria ASL VETERINARIA per chiedere come procedere. Sito di riferimento per il modello di trasporto elettronico: www.vetinfo.it

trasporto animali dichiarazione di provenienza animali da allevamenti mod 4 blocco 25 fogli.33c0cd71704a40588cf6dd6df325c8c4

A questo link si può scaricare copia del modello di trasporto: pdf modello di trasporto equide

Inoltre, quando ci siano più persone addette al trasporto, esse devono stabilire la figura del  responsabile del viaggio, il quale avrà tra gli altri anche l’obbligo di coordinare ogni momento e aspetto del trasporto e di rendere immediatamente disponibili alle forze dell’ordine tutte le informazioni sul viaggio stesso.

Il Regolamento 1/2005 vuole evitare per quanto possibile i ritardi nel corso del trasporto, così da portare al minimo la sofferenza dei cavalli quando degli imprevisti dovessero fermare il trasferimento; infatti è stabilito che nessun trasporto di cavalli possa essere fermato, eccetto che per motivi di pubblica sicurezza. E se si verificasse il caso che il trasporto venga fermato per più di due ore, allora dovranno essere prese misure adatte alla cura dei cavalli trasportati.

Non si può intraprendere l’attività di trasporto cavalli se non si è in possesso di una autorizzazione idonea, che dovrà essere portata sempre con sé ed esibita durante il trasporto alle autorità di controllo.

C’è una serie di altre norme stabilite dal Regolamento cui attenersi nel trasporto di cavalli:

– Il personale addetto al trasporto e alla cura dei cavalli deve aver seguito un'apposita formazione.

– Non si può condurre un trailer o un van adibito a trasporto cavalli senza essere in possesso della patente apposita.

– Durante il trasporto deve essere presente una persona con il compito di vigilare sui cavalli, a meno che gli stessi non siano trasportati in appositi contenitori con sufficiente ventilazione, e dotati di distribuzione automatica di acqua e cibo in quantità doppia a quella necessaria per il viaggio programmato.

– Chi trasporta cavalli domestici, ad eccezione di quelli registrati, per viaggi su strada molto lunghi deve utilizzare un sistema di navigazione. Fino al 1° Gennaio 2009 questo obbligo è valido solo per chi guida un mezzo nuovo, dopo di allora sarà valido per tutti i mezzi circolanti adibiti allo scopo.

Qualsiasi trailer o van venga utilizzato per il trasporto cavalli deve essere provvisto di un apposito certificato di omologazione, così da risultare conforme ai requisiti necessari a garantire ai cavalli di non essere sottoposti ad inutili ed evitabili sofferenze.

La validità di questo certificato di omologazione è di 5 anni, e si interrompe qualora il mezzo venga modificato in modo da intaccare il benessere dei cavalli.

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?