Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Il cavallo intelligente

Come tra gli esseri umani la dotazione intellettiva può differenziarsi su basi sia genetiche che di stimoli educativi cui il soggetto è sottoposto, lo stesso vale per i cavalli o qualsiasi altro animale.

Da una parte c'è madre natura, che dispensa come crede le doti individuali; dall'altra l'ambiente di formazione che, specialmente negli anni della crescita, può essere determinante per lo sviluppo di un soggetto più perspicace, perché più stimolato a fare collegamenti di sinopsi tra cause ed effetti. 

Che sia destinato all'equitazione di campagna o all'agonismo negli sport equestri, un cavallo si definisce brillante, perspicace, intelligente, arguto, quando il suo spirito è acceso e sembra volontariamente intendere le richieste del suo conduttore e metterci del suo per eccellere nelle risposte. 

Un cavallo sotto tono fisico, sotto alimentato, maltrattato, si spegne, non si accende. Dunque è importante, quando si vuole avere un cavallo al suo top cognitivo, dargli un ambiente e un tipo di alimentazione consoni al suo benessere psico-fisico. 

A questo proposito, uno studio condotto dai biologi evoluzionisti della Università di Adelaide, metterebbe in luce come molti animali siano dotati di facoltà intellettive pari o superiori all’uomo. Ciò che l’essere umano ha sempre creduto, cioè di possedere l’intelligenza superiore, è errato in base alle più contemporanee ricerche scientifiche. 

A creare il malinteso, su quanto possa essere intelligente un animale, corrompendone la valutazione, è l’assenza di un linguaggio comune comprensibile dall’uomo, oltre all’assenza di un’interazione o interesse dell'animale allo sviluppo di tecnologie.

Ogni animale ha il proprio lessico e sicuramente quello di molte specie animali non può essere considerato meno articolato o inferiore a quello degli esseri umani.

Oltre alle specifiche date dalla specie e razza, va aggiunta la variabile individuale nella valutazione delle doti intellettive di un determinato individuo.

Alcuni soggetti possiedono un'arguzia tale, da essere in grado di sfruttarla per risolvere dilemmi e problematiche, magari organizzando una sequenza di azioni che possano condurli all’obbiettivo.

Gli animali comunicano con noi, dialogano costantemente dichiarando le loro necessità. Alcuni, i più intelligenti, sono in grado di manipolare l’uomo pur di raggiungere i propri scopi. Quello che non va scordato, che li rende di pari dignità all'essere umano, è che provono  sentimenti: soffrono, amano, disprezzano, a seconda. Le emozioni sono parte integrante del mondo animale, riuscire a interpretarle e comprenderle è compito dell’uomo per costruire relazioni significative in positivo.

Tornando ai cavalli, purtroppo i soggetti più intelligenti sono spesso quelli che finiscono al macello giovani, perché ritenuti aggressivi, poco cooperativi, poco disponibili a sottomettersi a chiunque. Per un cavallo particolarmente intelligente, è un dramma trovarsi nelle mani di un proprietario meno intelligente di lui. Il conflitto è assicurato. Il cavallo cercherà di dominare, non riconoscendo alcuna autorevolezza in chi gli sta di fronte e finirà male per il cavallo, purtroppo, a meno che non sia venduto a qualcuno in grado di apprezzarlo e valorizzarlo. 

Fortunato il proprietario di un cavallo arguto che sa comprenderlo e stimarlo, perché quel cavallo sarà in grado di fare cose fuori dal comune e con una consapevolezza che lo renderà veramente un cavallo maestro.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Riproduzione consentita citando la fonte

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|