Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish
Ti trovi qui:Torna all'entrata>Sfumature di baio>Etologia, formazione, crescita personale>Montare senza imboccatura, cose da sapere, luoghi comuni da sfatare

Montare senza imboccatura, cose da sapere, luoghi comuni da sfatare

Scritto da Maneggio San Paolo - Accademia Equestre
Lo stesso cavallo, nell'immagine a destra rieducato senza imboccatura Lo stesso cavallo, nell'immagine a destra rieducato senza imboccatura

1) La monta senza imboccatura è stata codificata in ambito accademico già alla fine del ‘600

2) La monta senza imboccatura non è nata negli Stati Uniti

3) Il cavallo montato senza imboccatura è più ricettivo e collaborativo

4) Non è vero che il cavallo senza imboccatura non sia “preciso”. La sua precisione di esecuzione è stata dalla sinergia degli aiuti e dalla tecnica

5) Senza imboccatura si può fare qualsiasi tipo di Equitazione, ma occorrono basi, addestramento e un affiatamento incredibile con il cavallo

6) La monta senza imboccatura è più difficile, è più tecnica, occorre di più tempo, ma una volta appresa e metabolizzata offre una base tecnica incredibile

7) La monta senza imboccatura non impegna solo gli aiuti di mano, ma anche di gamba e di assetto

8) La monta senza imboccatura per quanto sembri “semplice” è assai molto più complessa

9) La monta senza imboccatura nasce con la capezza con redini dirette, e non la bitless, che va saputa usare, in quanto avendo l’incrocio delle redini, ha bisogno di una mano leggerissima o non consente la cessione all’incollatura

10) La monta senza imboccatura non è roba dei “naturisti alternativi frikkettoni figli dei fiori”, ma era ed è pratica di spessore tecnico di tutto rispetto

11) “voglio vedere se un cavallo si spaventa come lo fermi senza filetto…!!!!” se un cavallo parte, non è l’imboccatura che lo ferma, ma l’assetto e determinate manovre e si ferma meglio con la capezza con redini dirette, perché agisce in modo tale che non gli da dolore, agisce sul muso e soprattutto un cavallo senza imboccatura ha dietro un addestramento che lo porta ad essere più collaborativo e sereno. Non dare mai la colpa al cavallo se si spaventa e scarta o scappa, ma ai fattori che hanno determinato la reazione e indagare sul proprio bagaglio tecnico e sulla facoltà di saper gestire questo genere di problematiche

12) “…in passeggiata, mi sento più sicura con l’imboccatura, in campo si può pure farne a meno…” luogo comune da sfatare, non cambia nulla, è solo un fattore psicologico

13) “ se…vabbè…voglio vedere come fate a fare un percorso tecnico a un 1,65 senza imboccatura..” c’è chi lo fa, e chi lo ha fatto con ottimi risultati 

14) “Senza imboccatura non c’è addestramento…” veramente è proprio senza imboccatura che c’è addestramento…

15) “senza imboccatura non si può fare Scuola di Leggerezza”…non è vero, è più complesso ma si arriva ai stessi risultati

16) “senza filetto non c’è decontrazione della mascella…” non è il filetto che decontrae la mascella, la mascella si decontrae tramite masticazione a vuoto e ciò succede quando il cavallo si rilassa e senza imboccatura si rilassa meglio. La masticazione del filetto avviene perché il cavallo cerca di accettarlo, da qui la salivazione

17) “Uno stallone senza ferro in bocca non lo tieni…” non è vero, il cavallo maschio intero non ama la violenza, né la costrizione. Ci sono persone che hanno un dialogo in sella con i cavalli interi senza niente in bocca

18) “Ci vogliono i cavalli adatti…” – assolutamente no, dalla nostra esperienza e con protocolli ben precisi anche il cavallo più nevrastenico pazzo con la bocca rotta dal peggior morso, se rilavorato in modo corretto e con i giusti tempi, diventa molto ricettivo e gestibile. Una piccola parentesi, il cavallo “ingestibile” può essere anche il cavallo “nevrile” che già il cavallo lo è di natura in alcuni casi più o meno marcatamente, ma se un cavallo è nevrile, e vive in un ambiente caotico, gestito in modo caotico, è normale che a diventare schizofrenico ci mette poco. La gestione del cavallo parte dall’ambiente di vita, da chi si rapporta con lui, e dalla compagnia dei suoi con specifici. Ho visto troppi cavalli “nevrili” a causa della gente che non sa gestire i cavalli o peggio ha modalità comportamentali non consone alla natura di un cavallo. Poi c’è un dato storico, la cavalleria numida, montava tutta senza finimenti…ed erano cavalli berberi, parenti stretti del cavallo arabo

19) “..si vabbè…ma i grandi campioni non montano senza imboccatura…” - vero, ma il mondo dell’agonismo a poco a poco si sta aprendo a questa pratica, ma la diffidenza nasce dal fatto che è più facile portare un cavallo con doppia imboccatura, avendo usato le redini di ritorno o la rollkur e vedere un cavaliere che sa ottenere i stessi risultati senza nulla. Da dire poi che se si incominciasse a capire e a ristabilire l’ordine naturale delle cose, ossia della formazione come è sempre stata, la gente che adesso schiaffa i ragazzini in sella con tutto lo strumentario di tortura si troverebbe in serissima difficoltà se dovesse essere messa in grado di insegnare le basi senza imboccatura, da qui il violento ostracismo e la chiusura mentale, perché non cambi il tutto per non mettere in crisi chi adesso, non sa fare e non sa insegnare

20) “…senza imboccatura non arrivi ad avere i risultati che invece si avrebbero usando l’imboccatura…” non è vero, ci vuole solo molta più tecnica e più tempo, perché si agisce in punti diversi dalla bocca

21) “come fai ad avere il contatto?????” - si ha allo stesso modo come se si montasse con il filetto, è un fatto di sensibilità e di tecnica…

22) “si è sempre fatto così, adesso tu vuoi sconvolgere l’equitazione???” – no, non si è sempre fatto così, anzi adesso si vedono le peggio derive, bambini di 6 – 7 anni che martorizzano i pony, ragazzine senza tecnica (e lo abbiamo visto nella nostra struttura) che montano solo ed esclusiva mente per moda con il pelham-le ciappe-chiudibocca e martingala e senza non sono state capace di fare neanche un giro di pista a mano sinistra.

23) “io senza imboccatura non mi sento sicura…” – se tu deleghi a un pezzo di ferro la tua sicurezza, vuol dire che non sai montare e peggio non conosci il tuo cavallo…

24) “te vorrei vedè con un cavallo sdomo….” – per addestrare un cavallo alla monta senza imboccatura ci vogliono i mesi, non 5 minuti, a differenza di chi sbatte su un puledro una sellaccia da lavoro con un sottosella fradicio di sudore, un filetto a tortiglione, martingala fissa e fa girare il cavallo in un tondinaccio scalcagnato per 40 minuti al galoppo sempre allo stesso lato

25) “…roba da femmine…” – e no..i più grandi cavalieri sanno montare senza imboccatura, i faciloni praticoni hanno bisogno del morso per far vedere che loro “dominano” il cavallo…


26195723 1761654453866991 1782583888117779821 nManeggio San Paolo - Accademia Equestre

Struttura in cui si insegna Equitazione tramite il metodo Caprilliano e della Scuola Accademica di Leggerezza.

Informazioni

CI TROVIAMO A OLEVANO ROMANO - ROMA 
cell. 347 - 2581898 
Scuola Caprilliana
no scuola bambini - no passeggiate

 

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

logofooter

Horse Angels 

Organizzazione di Volontariato del Terzo Settore

codice fiscale dell'associazione 92169370928

 

Iscrizione al registro regionale delle ODV-ETS dell'Emilia Romagna con determinazione n. 779 del 12/04/2011

 -

Questo sito corrisponde al quotidiano telematico Horse Angels,  autorizzato dal Tribunale di Forlì al n. 47 del Registro Stampa 1/17 del 14.02.17

Restiamo in contatto:

Per segnalazioni, suggerimenti, lamentele ma anche incoraggiamenti: info@horse-angels.it

 

Sostienici:

Fai una donazione

5x1000