Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Ricerca all'interno del sito

Navigatore interno al sito

Ti trovi qui:Torna all'entrata>Pagina iniziale di Horse Angels>Volontariato >Il volontariato come opportunità di educazione informale

Il volontariato come opportunità di educazione informale

I contesti di educazione informale sono quei contesti in cui si realizza un apprendimento non volutamente ricercato dal soggetto. L'educazione informale è quindi un processo che avviene in modo accidentale e casuale, in contesti non formalizzati come "scuola", "tirocinio", "burocrazia", "verticalità". 

Possono essere contesti informali quelli che si presentano durante le classiche attività quotidiane, nelle quali il soggetto che apprende si trova coinvolto senza alcuna intenzionalità e in cui l'apprendimento avviene anche a livello inconscio. Una delle sedi possibili di questo apprendimento informale sono le associazioni di volontariato.

In questa tipologia di situazione di apprendimento si trova l'individuo messo di fronte a nuove sfide in un contesto generalmente non finalizzato a un giudizio, e in ambiente non teso ad ottenere un voto, bensì a collezionare esperienze nuove, la cui valutazione dei risultati raggiunti non è semplice da quantificare, né l'obiettivo è la quantificazione dell'apprendimento.

A differenza dei processi di istruzione formali, l'educazione informale si limita a voler sviluppare:

  • capacità di interazione con l'ambiente in cui si vive;
  • capacità di agire in situazioni sconosciute;
  • capacità di apprendimento individuale (senza mediazione);
  • capacità di confronto nuove, con persone diverse da quelle con cui abitualmente ci si relaziona.

Non è possibile controllare completamente l'intero processo di socializzazione, né "centralizzare" o "canonizzare" questo tipo di educazione, in quanto il processo di educazione informale è spontaneo, ha tanto più valore quanto più coincide semplicemente con esperienze di vita, di divertimento e di relazioni arricchenti lo spettro emotivo relazionale.

L'educazione informale non si pone scopi "terapeutici", ma di lavoro, divertimento, vita vissuta.

Horse Angels, attraverso diverse modalità (Erasmus+, alternanza scuola-lavoro, gruppi di lavoro casuali) realizza i suoi contesti di socializzazione ed educazione informali che sono oggi considerati importanti soprattutto per la valorizzazione dei giovani a trovare una propria strada positiva nella vita. 

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?