Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish
Ti trovi qui:Torna all'entrata>Sfumature di baio>Palii e altre manifestazioni storiche che impiegano equidi>Cavallo si spezza un arto a Sartiglia 2018, pronto l'esposto Horse Angels
Domenica, 11 February 2018 23:17

Cavallo si spezza un arto a Sartiglia 2018, pronto l'esposto Horse Angels

foto repertorio della Sartiglia foto repertorio della Sartiglia

Sono appena le 15, quando nella discesa alla stella, capita un terribile infortunio al cavallo di Giorgio Sanna, che termina la corsa sostenendosi su tre zampe, perchè dopo qualche decina di metri, gli si spezza l’arto inferiore sinistro.

La gara va avanti, per chi guarda dalla televisione la cronaca ufficiale, gli speaker dicono solo che incidenti così possono succedere. Eppure l'equitazione non dovrebbe uccidere i cavalli.

Poi non si sa più nulla del povero animale, scende la nebbia, i media tradizionali non sembrano voler parlare della vittima. Solo sui social si discute, tra chi sostiene che l'animale sia stato abbattuto e chi sostiene che sia stato portato in clinica per un salvataggio d'emergenza. Infine, su un media web locale appare il giorno dopo la notizia: "Il cavallo rimasto ferito ieri alla Sartiglia di Oristano è stato abbattuto. Ricoverato nella stessa serata di ieri  nella Clinica veterinaria di Sassari è stato sottoposto all’eutanasia, considerate le sue  gravi condizioni, in seguito alla frattura e alle lesioni riportate a una zampa posteriore".

Certo che, a guardare il video ufficiale, presente anche su youtube, della Sartiglia 2018, il cavallo sembra avere delle problematiche al posteriore sin dalle prime battute, prima dell'evidente gamba a penzoloni con cui termina la corsa.

Il tutto a valle di una polemica degli organizzatori con il questore Giovanni Aliquò che aveva, giustamente a nostro avviso, insistito sulla richiesta di esclusione dei cavalieri con precedenti penali e di controlli antidoping e alcoltest per tutti i 126 cavalieri.

Per le manifestazioni equestri come la Sartiglia, la legge Martini prevede lo stop dei cavalieri con condanne per reati legati a maltrattamenti e uccisione di animali o alla partecipazione a corse e scommesse clandestine. Secondo quanto hanno riferito i cavalieri, il questore avrebbe invece sollecitato l’esclusione per qualsiasi tipologia di reato. Inoltre, i sartiglianti chiedevano i controlli antidoping a campione e non a tappeto.

Per molti, Sartiglia da dimenticare.

Per quanto ci riguarda, abbiamo inviato l'espsto per chiedere maggiore chiarezza sulle dinamiche che hanno portato all'infortunio e appurare negligenze eventuali. Un atto dovuto.

Tutto questo insegna, se c'era bisogno di un'altra vittima per imparare la lezione, che la prudenza e i controlli non sono mai troppi.


Nel video allegato il momento dell'infortunio

Video

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

logofooter

Horse Angels 

Organizzazione di Volontariato del Terzo Settore

codice fiscale dell'associazione 92169370928

 

Iscrizione al registro regionale delle ODV-ETS dell'Emilia Romagna con determinazione n. 779 del 12/04/2011

 -

Questo sito corrisponde al quotidiano telematico Horse Angels,  autorizzato dal Tribunale di Forlì al n. 47 del Registro Stampa 1/17 del 14.02.17

Restiamo in contatto:

Per segnalazioni, suggerimenti, lamentele ma anche incoraggiamenti: info@horse-angels.it

 

Sostienici:

Fai una donazione

5x1000