Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish
You are here:Torna all'entrata>Tutela dei cavalli>Equibravo, guida per una buona gestione degli equini
Equibravo, guida per una buona gestione degli equini

Equibravo, guida per una buona gestione degli equini

Possedere responsabilmente un equino significa comprendere le esigenze specifiche dell'animale e avere le adeguate conoscenze, e risorse economiche, per una gestione dignitosa. Il proprietario o detentore dovrebbe anche conoscere e rispettare le norme vigenti (e il codice di condotta più appropriato) per la propria e altrui sicurezza nel possesso, gestione, impiego di equini su suolo privato o pubblico.   Sarebbe auspicabile sapere quando chiedere aiuto e a chi. Possedere un…
Uno dei grossi problemi dei cavalli, dal punto di vista della loro tutela, è il numero di persone che ne entra in possesso incautamente, senza cioè aver adeguatamente approfondito se il cavallo è quello giusto per la propria esperienza, competenza, possibilità economica, luogo di gestione e impiego che se ne vuole fare.  Occorre prendere in considerazione quanto segue prima di scegliere un cavallo. Avete abbastanza soldi per un cavallo?…
{tab La stalla} Non tutti i cavalli avranno bisogno di una stalla come alloggio. Alcune razze rustiche, con mantello spesso, sono in grado di vivere all'aperto per tutto l'anno, a condizione che possano ottenere riparo dai venti dominanti, sole estivo e mosche. Il ricovero può essere naturale (ad esempio alberi e siepi) ma occorre, per essere in regola con la normativa vigente, anche un riparo costruito dall'uomo, ad esempio una capannina o una…
{tab Cosa fare} Le erbe tossiche devono essere rimosse e smaltite con attenzione. Utilizzare guanti protettivi per la manipolazione, perché alcune di queste piante possono essere tossiche anche per gli esseri umani. Tutte le specie di erba di San Giacomo devono essere smaltite mediante combustione controllata o discarica, perché tossiche anche se appassite. Altre piante (ad esempio di tasso e maggiociondolo) sono estremamente tossiche per i cavalli, quindi essi non dovrebbero avere accesso a…
Aspetti del benessere che dovrebbero essere considerati quando si costruisce o modifica la scuderia, o stalla, per la sicurezza e il comfort degli equini: la facilità di accesso, la spaziosità per favorire il libero movimento, la luminosità, il drenaggio e la ventilazione. Se mal progettata o gestita, la stabulazione può influire negativamente sulla salute fisica e psicologica degli equini, nonché determinare rischi per la sicurezza (vedi incendi). Le seguenti raccomandazioni riguardano…
La posta può essere definita come un sistema per ancorare in sicurezza un cavallo in una zona desiderata perché non si muova liberamente. Non è un metodo di detenzione adeguato per un periodo lungo, in quanto limita la libertà di movimento, di trovare cibo, acqua, riparo, protezione dalle intemperie e dagli attacchi dei predatori. Inoltre, può rappresentare un rischio per l'incolumità del cavallo se, nel tentativo di liberarsi, si impiglia o si ferisce. La…
Le recinzioni dovrebbero essere abbastanza solide e di un'altezza sufficiente per evitare che i cavalli possano darsi alla fuga (ad esempio per gli stalloni possono essere necessarie recinzioni più alte o doppie) e lo spazio va progettato, costruito, mantenuto con attenzione, per evitare il rischio di lesioni, di sporgenze taglienti, di vie di fuga non programmate. Gli accessi devono consentire il passaggio facile e sicuro di cavalli, ma i cancelli devono essere fissati saldamente…
Il peso e la condizione nutrizionale del cavallo vanno monitorati con regolarità per evitare il peggio. L'alimentazione va aggiustata secondo stagione, età, problematiche di salute ed esercizio fisico affinché l'equino mantenga il suo peso forma. Il grafico sotto riportato, basato su un sistema di indagine definito Body Condition Score, mostra a sinistra il cavallo e a destra l'asino, da eccessivamente magro a una condizione di obesità, partendo dall'alto verso il basso.…
{tab I foraggi} Possiamo suddividerli in tre grandi categorie: graminacee,  leguminose e altre foraggere. Graminacee: in linea di massima quasi tutti i pascoli polifiti possono essere considerati un valido alimento per i cavalli, ad esclusione di quelli pelosi o pungenti. La validità nutritiva è proporzionale alla quantità delle foglie (dove c'è la concentrazione maggiore dei principi nutritivi) rispetto agli steli. Le graminacee da pascolo più consumate dal cavallo sono:…
È essenziale che tutti i cavalli abbiano accesso continuo a una fornitura di acqua fresca e pulita. Se non si ha a disposizione l'acqua corrente, occorre regolare con frequenza la somministrazione di acqua fresca e pulita con secchi e affini, in modo che il quantitativo adeguato di liquidi sia comunque frequente e regolare. Fonti d'acqua naturali come ruscelli non sempre sono soddisfacenti, in quanto potrebbero essere contaminati; in questo caso un approvvigionamento alternativo…
Mentre la salute del cavallo potremmo definirla con l'assenza di malattie diagnosticabili, per benessere va inteso un concetto assai più ampio, che comprende gli aspetti psicologici del vivere. Questo articolo è centrato sulla prevenzione di malattie attraverso una buona conoscenza di base del cavallo e dunque sul concetto di salute, non su quello di benessere per il quale troverete molti articoli su Horse Angels appositamente dedicati a far contento…
Attenzione: Queste informazioni forniscono solo degli spunti sulle vaccinazioni abituali o raccomandate, non devono sostituire le informazioni del vostro veterinario. {tab Cavalli che vivono a casa} I cavalli  mantenuti sulle proprietà rurali, con poco o nessun contatto con altri cavalli, hanno un rischio minore di entrare in contatto con agenti patogeni. Tuttavia, se lo fanno, possono presentare segni di malattia grave visto che il loro sistema immunitario ha sviluppato…
Le coliche sono una delle cause di mortalità precoce più frequenti per i cavalli, per questo è importante puntare alla loro prevenzione ed essere pronti a pagare caro per la loro cura. A seguire, delle semplici indicazioni generali che non sostituiscono la consulenza e prestazione del veterinario sul caso specifico: da una parte la prevenzione, dall'altra la cura.  {tab Prevenzione} 1. Il cavallo deve avere sempre l'acqua fresca e…
I piedi e la loro cura sono fondamentali per prevenire zoppie e per equilibrare il cavallo. Le unghie dello zoccolo vanno limate regolarmente da una persona competente e una particolare attenzione va prestata alla loro ricrescita e agli appiombi.    Un cavallo non dovrebbe essere impiegato in attività sportive che lo stato dei suoi piedi e articolazioni delle gambe non gli permettono. La scelta tra ferrare e tenere l'equino scalzo…
Allevamento responsabile non significa nascite a caso. Specialmente in questo momento storico dove vendere un cavallo non è facile e si spende più ad allevarlo, posto che non si abbiano a disposizione enormi latifondi a pascolo inutilizzati, di quanto si prenderebbe a venderlo a sella quel cavallo, occorre pensarci bene prima di far nascere dei puledri.  Questo articolo è diviso in due sezioni, da una parte la riproduzione responsabile,…
Esercizio Cavalli e pony richiedono un adeguato esercizio fisico, o la libertà di esercitarlo a piacimento e questo richiederà tempo e sforzo da parte del proprietario o custode. La maggior parte degli equini scuderizzati potrà trarre beneficio dall'affluenza giornaliera nei recinti di sgambamento (paddocks) o pascoli, dove è possibile socializzare con simili. Questa buona pratica può alleviare i vizi da stalla (ticchio d'appoggio, ballo dell'orso e similari). Se l'affluenza ai recinti non è…
I comportamenti compulsivi o 'stereotipati' sono atteggiamenti ripetitivi che non hanno apparentemente alcuna funzione e occupano una parte significativa del tempo di un animale. Alcuni esempi per gli equini includono il ballo dell’orso e il ticchio di appoggio. Questi problemi sono frustranti anche per i proprietari. Come risultato, sono stati spesso classificati come "vizi", un'etichetta che implica un certo guasto o mancanza da parte del cavallo. In realtà i…
{tab Sella e finimenti} Devono essere appropriati per la mole dell'equino e per l'utilizzo che se ne intende fare. E' bene farsi consigliare nell'acquisto da persone esperte. L'attrezzatura va inoltre tenuta pulita e manutentata nel tempo, per assicurare il comfort, la sicurezza e l'efficacia. Glomi, fasce, protezioni devono essere adatti allo scopo e montati correttamente per evitare disagi o lesioni e indossati solo per il tempo minimo necessario. Quando il cavallo soggiorna nella…
Generalmente parlando, un cavallo che ha superato i 20 anni è anziano. Ma diversi cavalli, superata quell’età, sono ancora in buone condizioni e cavalcabili. L’età, da sola, non dovrebbe essere un criterio per la pensione o la gestione speciale. Tuttavia, se un cavallo invecchiato ha uno o più dei problemi sotto elencati, diventa un candidato per cure speciali. Quando i cavalli invecchiano i loro bisogni sono solitamente maggiori. La…