Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Ricerca all'interno del sito

Navigatore interno al sito

Ti trovi qui:Torna all'entrata>Tutela dei cavalli>Il possesso responsabile per limitare i cavalli indesiderati
Il possesso responsabile per limitare i cavalli indesiderati

Il possesso responsabile per limitare i cavalli indesiderati

La prevenzione, attraverso l'educazione, è spesso la misura più saggia per evitare che vi siano un numero elevato di equini indesiderati, a rischio di macello.

Gli sport equestri generano ogni anno un gran numero di cavalli in esubero, indesiderati, che possono essere malati, feriti, vecchi, inabili a continuare lo sport equestre per il quale erano stati acquistati. Possono essere altrimenti ingestibili, incattiviti da abusi subiti, incapaci di soddisfare le aspettative del loro proprietario. In molti casi, i cavalli indesiderati sono cavalli sani che diventeranno più di un peso per i loro proprietari che una benedizione a causa delle limitazioni finanziarie, vincoli di tempo, o altri fattori. Il numero di cavalli indesiderati è superiore alle…
La responsabilità individuale nel possesso del cavallo ha diversi significati ma, fondamentalmente, allude al fatto che, prima di far nascere un cavallo, prima di comperarne uno, prima di farsene regalare uno, prima di adottarne uno, chi si accinge a diventare proprietario ha il dovere di comprendere che risvolti avrà il possesso sulla sua vita e su quella dell'animale nel breve, medio e lungo termine.  Questa consapevolezza è l'unico modo per prevenire e ridurre il numero di cavalli indesiderati. E richiede: la comprensione del tempo e denaro che servono…
Quali sono le aspettative? Occorre sempre ricordarsi che un cavallo non è uguale all'altro, sono individui, ciascuno con i suoi problemi di salute, fragilità, carattere, tipo di educazione, storia, predisposizione, indole. Un cavallo inoltre, se è in buona salute, vive fino a 30 anni e oltre. Occorre dunque fare la scelta giusta, una scelta informata, condivisa in famiglia e sostenibile per la famiglia che la prende, in base, ciascuno, alle risorse di tempo, di denaro, di competenze disponibili e in base allo sport che, eventualmente, si vuole praticare.…

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?