Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish
You are here:Torna all'entrata>Tutela dei cavalli>Pillole di normativa sui cavalli
Pillole di normativa sui cavalli

Pillole di normativa sui cavalli

La normativa a carattere sanitario si riferisce a tutti gli EQUIDI e non soltanto ai cavalli, nella categoria equidi sono compresi 3 specie: Cavallo, Asino e Zebra e i relativi incroci: Mulo (incrocio tra asino e cavalla) - Bardotto (incrocio tra cavallo e asina) - Zebrallo (incrocio tra cavallo e zebra) - Zebrasino (incrocio tra asino e zebra) Le normative sugli equidi tutelano la salute degli animali e quella delle…
Prima di portare a casa un equino occorre sincerarsi di avere spazio, tempo, risorse per gestirlo in modo adeguato. E, dal punto di vista normativo, di possedere un codice di stalla aziendale. Di cosa si tratta?  Dell'autorizzazione a tenere, presso il proprio domicilio, uno o più equidi. In assenza di questa autorizzazione, rilasciata dall'ufficio veterinario competente per territorio, la stalla è abusiva e soggetta, in caso di verifica, sia…
Le nuove disposizioni del redditometro si applicano con riferimento agli accertamenti relativi ai redditi dichiarati per il 2009 e seguenti. I cavalli rientrano nel paragrafo di spese per tempo libero, cultura e giochi. In questa sezione sono ricomprese le spese relative ai cavalli e agli animali domestici in genere. Nella voce "Attività sportive, circoli culturali, circoli ricreativi, abbonamenti eventi sportivi e culturali" sono incluse le spese relative all'iscrizione a…
Premessa Per carcasse di animali qui si intende il derivato dalla macellazione di animali destinati al consumo umano, dalla produzione di alimenti di origine animale, dallo smaltimento dei cadaveri sia degli animali da reddito sia di quelli d' affezione, dall’applicazione di piani di eradicazione delle malattie infettive del bestiame ordinati dalle aziende sanitarie di competenza. Il Regolamento (CE) 1069/2009 si applica a quei corpi di animali che sono esclusi dal consumo umano per…