Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Ricerca all'interno del sito

Navigatore interno al sito

Ti trovi qui:Torna all'entrata>Tutela dei cavalli>Equibravo, guida per una buona gestione degli equini>L'acqua in quantità e qualità giusta per la salute del cavallo

L'acqua in quantità e qualità giusta per la salute del cavallo

È essenziale che tutti i cavalli abbiano accesso continuo a una fornitura di acqua fresca e pulita.

La disidratazione, infatti, può compromettere seriamente la salute di un cavallo, fino al punto da renderla irrecuperabile se si danneggiano i reni e altre funzioni vitali. Poca acqua, può portare anche alla stitichezza e a problemi di coliche. Per questo, l'acqua dovrebbe essere sempre presente, pulita, e il cavallo poter bere tutte le volte che lo desidera.

Se non si ha a disposizione l'acqua corrente, occorre regolare con frequenza la somministrazione di acqua fresca e pulita con secchi e affini, in modo che il quantitativo adeguato di liquidi sia comunque frequente e regolare.

Fonti d'acqua naturali come ruscelli non sempre sono soddisfacenti, in quanto potrebbero essere contaminati; in questo caso un approvvigionamento alternativo potrebbe essere utile. Se l'acqua arriva dal pozzo, assicurarsi che sia pulita e abbondante. Se arriva da un ruscello, assicurarsi che non sia sabbiosa. Prestare particolare attenzione durante i periodi di caldo afoso, in cui gli animali bevono di più, o durante le gelate, quando i tubi possono congelarsi.

Gli abbeveratoi o i secchi devono essere fissati saldamente a una altezza comoda per consentire agli animali di bere con comodità e per evitare gli incidenti. Controllare spesso le fonti di abbeveraggio per garantire che non ci siano ostruzioni o problemi di potabilità.

Per i cavalli scuderizzati controllare spesso le beverine, per verificare se il funzionamento è corretto e per pulirle dai detriti e dalle muffe.

Tutte le fonti di abbeveraggio vanno controllate regolarmente per evitare l'accumulo di alghe e altri detriti.

La pulizia va fatta con sostanze atossiche.

I secchi d'acqua, se i cavalli sono tenuti temporaneamente alla posta, dovrebbero essere riempiti a intervalli regolari in modo che vi sia accesso continuo all'acqua potabile. I contenitori d'acqua è preferibile che siano a prova di caduta, facili da pulire e posizionati laddove possano essere raggiunti con facilità dall'animale.

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?