Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Ricerca all'interno del sito

Navigatore interno al sito

Ti trovi qui:Torna all'entrata>Le nostre pubblicazioni>Un'amica da salvare

Un'amica da salvare

di Emanuela Scotti 

Il sopraggiungere dell'estate per Emily significa passare più tempo con il suo cavallo ma, un giorno, accade qualcosa che turba la serenità del maneggio e ha la forma di un frisone dal passato oscuro. Il suo nome è Sakineh e avrà bisogno dell’aiuto di tutti al maneggio.

Le avventure di Emily al maneggio dell'Ibiscus, un romanzo da non perdere.

fotoL’Autrice, Emanuela Scotti, è una grande appassionata di cavalli da tiro pesante, divide la sua vita fra i suoi animali (un cane e sei topini), il lavoro di educatrice e la passione per la scrittura. Suo malgrado non è mai riuscita a praticare con regolarità l’equitazione e dopo l’ennesimo stop, dovuto a una brutta caduta, nel 2015 ritrova il coraggio di rimontare in sella grazie a uno Shire. Realizza anche il sito www.titanopassione.it, dedicato alle sue razze di cavalli preferite. Sul fronte della scrittura, dopo la pubblicazione del libro ”Figlio della luce” (2013 Etica Edizioni), l’autrice partecipa al concorso Horse Angels “VOCI PER I CAVALLI”, con il romanzo inedito “Un titano per Emily”, aggiundicandosi il primo posto nella categoria romanzi inediti. A seguire, pubblica con noi: "Un'amica da salvare" e "Siberia".

Prezzo: 10.00 EUR
Quantita:
La demo del libro da scaricare gratuitamente Download

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Vuoi ricevere la carrellata settimanale delle nuove proposte di lettura via email?

Iscriviti!

Grazie per l'adesione|

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?