fbpx

2022X

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

17 giugno – Deputato Alberto Manca (M5S). “Ho appena appreso della decisione da parte di Moby e Tirrenia di bloccare il trasporto di animali sulle proprie navi nel periodo estivo. Si tratta di una decisione che rischia di avere ripercussioni gravissime su alcuni dei principali settori produttivi della regione Sardegna. A risentirne sarebbero sia il comparto ippico, sia quello zootecnico, settori già messi duramente alla prova in questi ultimi anni”. Lo dichiara il deputato Alberto Manca, esponente M5S in commissione Agricoltura, a seguito dell’annuncio delle due compagnie di navigazione di bloccare l’imbarco di animali - ad esclusione di quelli di compagnia - sulle loro navi, da e per la Sardegna, nel periodo estivo.

“È per questo – aggiunge – che ho deciso di presentare un’interrogazione al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, al Ministro della Salute e al Ministro dei Trasporti così da poter trovare immediatamente una soluzione che consenta di trasportare sulle navi in tutta sicurezza, anche nel periodo estivo, gli animali da allevamento. In special modo, ciò aggrava il comparto ippico che, come ho avuto modo di denunciare in passato, vive già difficoltà nello spostamento dei cavalli per partecipare alle corse negli ippodromi continentali”.

“Di fatto, questa decisione danneggia le attività di tante aziende sarde. Imprenditori e allevatori che, già duramente colpiti dalle emergenze che l’agricoltura ha affrontato e sta ancora affrontando, non meritano di dover patire ulteriori difficoltà” conclude.

Roberta Ravello, Horse Angels:  "Il ripristino dell'imbarco, nel caso, dovrebbe essere condizionato al rispetto delle normative di trasporto sul benessere animale.

Esiste una normativa sui trasporti, il REGOLAMENTO (CE) N. 1/2005 DEL CONSIGLIO del 22 dicembre 2004 sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate che modifica le direttive 64/432/CEE e 93/119/CE e il regolamento (CE) n. 1255/97. Se un vettore non è in grado di garantire la normativa per la sicurezza e il benessere degli animali da allevamento e da reddito, questo tipo di trasporti non li dovrebbe fare".

Avv. Giulia Cossu, difensore Horse Angels al processo instauratosi: "Una notevole dose di buonsenso da parte del personale delle navi, ma anche dei proprietari per andare oltre la normativa avrebbe evitato lo spiacevole episodio delle morti dei cavalli nell'agosto del 2020".

Leggi anche:

Niente cavalli sui traghetti passeggeri per la Sardegna dopo la tragedia dei 4 psi morti

Cavalli morti in nave per la Sardegna, 4 imputati a processo

 

 

Vuoi contribuire a far crescere i contenuti di questa piattaforma? Invia la tua proposta di articolo a info@horse-angels.it

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0)

cc by nc nd 300x104

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.