Il Consiglio FEI (Federazione Equestre Internazionale) ha adottato un nuovo Piano Strategico Nazionale per il Benessere Equino. Sarà finanziato con 1 milione di euro.

Nella riunione consiliare che si è svolta a Losanna, dal 4 al 5 giugno, la FEI ha deliberato un nuovo Piano d'azione strategico- Equine Welfare Strategy Action Plan- e la creazione di un Fondo ad hoc, a sostegno del piano. Il Fondo potrà contare su una dotazione di 1 milione di franchi (1.030.000 euro).

Il Piano d'azione si basa sulle raccomandazioni della Commissione per l'etica e il benessere degli equini (EEWC) che mette al centro il benessere animale.

Il Piano si sviluppa in 6 aree di intervento:

  • Allenamento, equitazione e attrezzatura;
  • stress fisico ed emotivo;
  • responsabilità;
  • "le altre 23 Ore" (il cavallo al di fuori della gara);
  • il cavallo in gara;
  • il cavallo inadatto a competere (problemi di salute).

La Commissione EEWC ha preso in considerazione i risultati di sondaggi indipendenti che hanno permesso di misurare l'erosione- minoritaria ma apprezzabile- del consenso sociale dell'impiego sportivo del cavallo nell'opinione pubblica.  

"E' un giorno importante per il benessere del cavallo e per la FEI"- ha affermato al termine della riunione di Losanna il presidente Ingmar De Vos. “Il Consiglio si è dedicato al piano d’azione, con vivo interesse. Sono state delineate azioni significative, che andranno a beneficio del benessere del cavallo e che avranno un forte impatto sullo sport nel suo insieme"- ha dichiarato De Vos.

Versione consolidata del Piano- Il Piano d'azione, integrato con le ultime osservazioni del Consiglio FEI sarà pubblicato a breve nella versione consolidata. L'attuazione del Piano inizierà alla prossima Assemblea Generale della FEI, con le  prime modifiche alle regole di salvaguardia del benessere del cavallo. Il Piano, che include progetti di ricerca scientifica, offre una prospettiva di evoluzione all'approccio sportivo che continuerà a dare risultati nei prossimi anni.

Passaporto digitale -  Il Consiglio ha adottato una ulteriore serie di decisioni, fra cui la futura implementazione di un passaporto digitale per i cavalli. Il CD FEI ha esaminato le modifiche ai regolamenti Federali, approvato alcune decisioni sulle norme di disciplina, nonché il Rapporto annuale FEI 2023.

Le parti più interessanti secondo Horse Angels per riconquistare il consenso perduto:

- Le altre 23 ore (cosa fa il cavallo quando non si allena per lo sport deciso dal suo proprietario);

- Stress fisico ed emotivo che deve affrontare il cavallo atleta;

- Il cavallo inadatto a competere (cosa succede alla fine della carriera sportiva).

Horse Angels: "Vedremo poi concretamente come sarà investito il milione circa di euro, se solo in ricerca per diminuire lo stress fisico ed emotivo, se verranno eliminati concretamente alcuni finimenti coercitivi che possono essere abusivi nei confronti dei cavalli, se saranno decise regole più severe sull'addestramento per il rispetto dei cavalli coinvolti, se saranno obbligati i proprietari e le scuderie a regalare ai cavalli nelle "altre 23 ore" la possibilità di libero arbitrio in paddock di sgambamento per l'interazione sociale e il godersi la vita fuori dalle mura del box, e SOPRATTUTTO, se i cavalli inadatti a competere conserveranno dei DIRITTI, e i loro proprietari dei DOVERI di mantenimento in pensione, o si continuerà ad assistere alle RINUNCE DI PROPRIETA' MASSIVE, che significano per il cavallo la possibilità, anche, di perdere la vita, tramite la consegna a commercianti senza scrupoli che li avviano alla macellazione abusiva, come comunemente accade in Italia, o tramite EUTANASIA opportunistica, come più comunemente accade nei paesi anglosassoni".

Il Rapporto Annuale FEI 2023 è disponibile online. 

FEI Annual Report 2023 Now Online

Equine Welfare Strategy Action Plan