Il 5 per mille a Horse Angels odv, una firma che non costa nulla

Horse Angels si sta specializzando in tutela di animali e ambiente in Tribunale.

Crediamo che gli animali, le piante, il mare, i laghi, l'ambiente tutto, abbiano bisogno di avvocati perché il benessere animale e ambientale sono beni collettivi.
Siamo costituiti parte lesa in fascicoli per maltrattamento animale e reati ambientali in molte regioni italiane.
Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere codice da inserire: 92169370928

tingey injury law firm yCdPU73kGSc unsplash

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

FOLLONICA – “Zero pubblico, allevatori scontenti, manifestazioni di modesto livello. Quante opportunità sta perdendo Follonica con il suo ippodromo?”. E’ la domanda che pone il capogruppo della Lega in consiglio comunale Roberto Azzi. “Non voglio entrare nel merito di come sia nato e di tutte le problematiche che l’impianto ha avuto sin dall’inizio – afferma Azzi- Questa volta voglio parlare di opportunità mancate”.

L’esponente della Lega parte dal presente: “L’insuccesso dell’ippodromo di Follonica è sotto gli occhi di tutti – afferma – ma ancora di più degli esperti. Il pubblico scarseggia, si corre tutto l’anno ottenendo anche contributi importanti, ma la qualità non è delle migliori. Eppure tutti gli addetti ai lavori parlano delle grandi potenzialità dell’ippodromo e su questo occorre riflettere”. Azzi ipotizza dunque quelle che potrebbero essere le strategie della struttura. “Follonica ha una delle piste più lunghe d’Europa – afferma – e oltre al trotto si corre da tempo anche il galoppo. Questo permetterebbe di organizzare gare di alto livello che varchino, per qualità e per prestigio, i confini nazionali”.

“Vista l’importanza della struttura – afferma ancora il capogruppo leghista – propongo di circoscrivere il periodo dal 1° giugno al 30 settembre aumentando notevolmente i premi per avere il meglio dell’ippica europea, nella restante parte dell’anno sarebbe da sviluppare un centro doma di puledri, preparazione e allenamento per cavalli da corsa, sarebbe poi da creare un centro formazione per operatori ippici, come i maniscalchi, i commissari, gli allievi professionisti, gli artieri professionisti, in modo tale che tutti gli addetti del settore possano essere coinvolti nell’ippodromo di Follonica. Per fare tutto ciò esiste un fondo europeo per creare l’Università Ippica Italiana che, nel nostro Paese, non è stato ancora sfruttato”.

A questo punto Roberto Azzi si rivolge al sindaco Benini. “Mi piacerebbe sapere – afferma – specie in questi giorni di critiche e di polemiche attorno allo stato dell’ippodromo, come intende muoversi il Comune nell’interesse non solo della struttura, ma dell’intera città. Io sono convinto che le opportunità ci siano, ma che queste vadano colte. Cosa che fino ad oggi chi ha amministrato Follonica non ha fatto. Da parte nostra riteniamo infine che sia anche giusto, vista la situazione attuale, pensare di revocare la concessione per la gestione dell’ippodromo”.

Non riceviamo fondi pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

***Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Charityware. Significa che i documenti che si possono scaricare sono utilizzabili gratuitamente come risorse aperte, mentre è gradito che il visitatore che trova utile il nostro sito web ci supporti attraverso azioni dirette o indirette di beneficenza (donazione o 5x1000). Gli articoli sono rilasciati con licenza Linkware, significa che si possono condividere e anche citare riportando il link alla fonte.