Il 5 per mille a Horse Angels odv, una firma che non costa nulla

Horse Angels si sta specializzando in tutela di animali e ambiente in Tribunale.

Crediamo che gli animali, le piante, il mare, i laghi, l'ambiente tutto, abbiano bisogno di avvocati perché il benessere animale e ambientale sono beni collettivi.
Siamo costituiti parte lesa in fascicoli per maltrattamento animale e reati ambientali in molte regioni italiane.
Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere codice da inserire: 92169370928

tingey injury law firm yCdPU73kGSc unsplash

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)
Lecce, 23 giugno 2020, Il gup Sergio Tosi, al termine del rito abbreviato, ha condannato Angelo Baglivo, 37enne di Noha per il tentato omicidio ai danni di un giovane, aggravato dai futili mutili di una lite scoppiata per una compravendita di cavalli. I fatti si sono verificati il 14 novembre scorso, nelle campagne tra Noha e Cutrofiano, in provincia di Lecce.
Il gup Sergio Tosi, al termine del rito abbreviato (consente lo sconto di pena di un terzo), ha inflitto la pena di 12 anni ed 8 mesi nei confronti di Angelo Baglivo, 37enne di Noha (frazione di Galatina). Il giudice ha, inoltre, disposto per l’imputato l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.

L’avvocato Donato Sabetta, difensore di Baglivo, ha sostenuto in aula che il colpo di pistola era partito accidentalmente e che l’agricoltore non era intenzionato ad uccidere l’operaio. La difesa presenterà ricorso in Appello appena saranno depositate le motivazioni della sentenza (entro 15 giorni).

L’imputato rispondeva di tentato omicidio aggravato dai futili motivi e dalla premeditazione. Non solo, anche di tentata estorsione aggravata. E poi viene contestata la detenzione di arma clandestina (una pistola calibro 7,65). Inoltre, Baglivo rispondeva della detenzione illegale di una doppietta calibro 12 e di ricettazione.

Nel corso della discussione in aula, il pm Alberto Santacatterina ha invocato la condanna a 10 anni di reclusone.

G.G., 27enne di Galatina, vittima dell’aggressione armata, è assistito dall’avvocato Angelo Greco, ma non si è costituito parte civile.

I fatti come emersi dalla cronaca

Il 14 novembre scorso, l'imputato e la vittima si erano incontrati in una masseria di proprietà del padre dell'imputato, nelle campagne tra Noha e Cutrofiano in provincia di Lecce, Puglia, per trattare uno scambio e compravendita di cavalli.

L'imputato voleva ottenere dalla vittima un cavallo in buona salute in cambio della sua cavalla infortunata. Ostentando l’arma, l'imputato sarebbe ricorso a minacce pur di concludere a suo vantaggio la trattativa. La vittima, un 27enne di Galatina, è stato colpito in pieno viso da un proiettile che gli ha trapassato la bocca. Il giovane è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione del “Vito Fazzi” di Lecce e successivamente sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per la rimozione del proiettile. L'imputato sostiene che il colpo di arma da fuoco sia partito incidentalmente.

Non riceviamo fondi pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

***Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Charityware. Significa che i documenti che si possono scaricare sono utilizzabili gratuitamente come risorse aperte, mentre è gradito che il visitatore che trova utile il nostro sito web ci supporti attraverso azioni dirette o indirette di beneficenza (donazione o 5x1000). Gli articoli sono rilasciati con licenza Linkware, significa che si possono condividere e anche citare riportando il link alla fonte.