Il 5 per mille a Horse Angels odv, una firma che non costa nulla

Horse Angels si sta specializzando in tutela di animali e ambiente in Tribunale.

Crediamo che gli animali, le piante, il mare, i laghi, l'ambiente tutto, abbiano bisogno di avvocati perché il benessere animale e ambientale sono beni collettivi.
Siamo costituiti parte lesa in fascicoli per maltrattamento animale e reati ambientali in molte regioni italiane.
Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere codice da inserire: 92169370928

tingey injury law firm yCdPU73kGSc unsplash

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

Una ricerca sui comportamenti conflittuali degli atleti di dressage e salto ostacoli a cura Tadeusz Jezierski e Izabela Kosińska, ricercatori universitari polacchi e pubblicata sul Journal of Veterinary Behavior nel 2014, evidenzia quanto segue.

Secondo gli studiosi, il comportamento conflittuale è una risposta esibita da animali che sperimentano un disagio fisico o mentale e che il più delle volte è dimostrato come una qualche forma di resistenza alla manipolazione. La resistenza può essere nei confronti dell'equipaggiamento equestre che provoca disagio o della richiesta umana di un determinato esercizio che incute dolore o disagio.

Nello sport equestre, il codice di condotta della FEI (Federazione Equestre Internazionale) al tema benessere del cavallo stabilisce che è vietato sottoporre gli equini a sforzi che sopravanzano le loro capacità fisiche o livello di maturità in addestramento rispetto alla disciplina in cui sono chiamati a confrontarsi.

L'obiettivo dello studio dei ricercatori polacchi è quello di determinare l'icidenza dei comportamenti conflittuali in cavalli ammessi alle competizioni equestri di livello elevato. A tal scopo, è stato analizzato il comportamento di 150 cavalli in eventi di dressage e di salto. La monitorazione è avvenuta seguendo le trasmissioni di TV FEI.

Gli atteggiamenti presi in considerazione sono stati quelli del cavallo sotto la verticale, dello scuotimento della testa, della fuga dalle redini, della bocca spalancata in cerca di fuga dal morso, piuttosto che il movimento spazzante della coda che indica nervosismo. Il tutto durante le competizioni, in campo gara. Per misurare l'intensità del fastidio o disagio, i ricercatori hanno tenuto conto della durata aggregata in secondi del comportamento conflittuale.

I risultati della ricerca suggeriscono che molti cavalli potrebbero non essere sufficientemente preparati per andare in gara secondo il codice di condotta FEI. Chiaramente, questo potrebbe portare preoccupazioni sul rispetto dei cavalli nelle discipline degli sport equestri, tanto che la FEI potrebbe, e forse dovrebbe, richiedere una maggior adesione alle linee guida del codice di condotta promosso.

Per approfondire sulla ricerca:

Conflict behavior in elite show jumping and dressage horses
Journal of Veterinary Behavior: Clinical Applications and Research, 2014
Tadeusz Jezierski
Izabela Kosińska
Journal of Veterinary Behavior xxx (2015) 1-10

Non riceviamo fondi pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

***Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Charityware. Significa che i documenti che si possono scaricare sono utilizzabili gratuitamente come risorse aperte, mentre è gradito che il visitatore che trova utile il nostro sito web ci supporti attraverso azioni dirette o indirette di beneficenza (donazione o 5x1000). Gli articoli sono rilasciati con licenza Linkware, significa che si possono condividere e anche citare riportando il link alla fonte.