fbpx

Sviluppo Network

Più doni più ricompense ricevi! Puoi donare anche in memoria di qualcuno o per fare un omaggio a qualcuno.
(Tempo di lettura: 3 - 5 minuti)

I cavalli dovrebbero consumare abbastanza acqua per sostituire quella che perdono attraverso feci, urina e sudore. Il consumo dipende da diversi fattori variabili:

  • Temperatura e umidità ambientali
  • Tipo, quantità e qualità del nutrimento assunto
  • Livello di attività fisica
  • Salute generale

Una quantità media di acqua assunta sarebbe di circa 3,78 litri di acqua per 45 kg di peso corporeo dell'equino al giorno. Quindi, il livello base di un cavallo di 500 kg potrebbe coincidere con circa 42 litri di acqua al giorno in condizioni meteorologiche normali e medie. Lo stesso cavallo che si allena duramente per un evento di tre giorni potrebbe consumare circa 125 litri di acqua al giorno durante la manifestazione. Le cavalle in lattazione possono aumentare il consumo di acqua di circa il 50-80% per la produzione di latte.

In tutti i cavalli, ma soprattutto in quelli da esibizione, la quantità di acqua richiesta al giorno dipende dalla quantità persa con il sudore durante l'esercizio. La sudorazione è una funzione importante per mantenere la temperatura interna del cavallo. I cavalli possono perdere fino a 12 litri di sudore all'ora. Pertanto, il cavallo sportivo quando gareggia richiede più acqua rispetto a quanta ne assume di solito, perché quando lavora di più, suda anche di più. Anche la temperatura e l'umidità influiscono sulla perdita di acqua dal cavallo. I cavalli generalmente bevono di più e mangiano di meno quando la temperatura è elevata. In un ambiente con umidità relativa oltre l'80%, ad esempio, la sudorazione non raffredda efficacemente l'animale, nonostante l'aumento dell'assunzione di acqua. Per questo a temperature e umidità molto elevate, si consiglia di tenere il cavallo a riposo o di farlo lavorare solo di prima mattina e la sera, quando la temperatura esterna è più bassa.

Preoccupazioni per l'acqua

Gli erbicidi e i pesticidi sono progettati per sbilanciare la pianta o l'insetto fastidioso che si vuole debellare. I corsi d'acqua e le falde acquifere sono diventati grandi vasche per queste combinazioni diluite di erbicidi e pesticidi mescolati insieme. Tuttavia, non si sa nulla degli effetti di queste sostanze chimiche in combinazione. Gli erbicidi e i pesticidi sono spesso considerati interferenti endocrini, il che significa che influiscono negativamente sul sistema ormonale. Ciò contribuisce alla crescente incidenza di insulino-resistenza e PPID (o di Cushing come viene comunemente chiamato) nei cavalli.

Il cloruro è un elmento importante che è stato identificato come in eccesso rispetto a gran parte dell'approvvigionamento idrico e sicuramente nelle fonti urbane di acqua. Il cloruro è chimicamente uguale al cloro, la sostanza chimica utilizzata per sterilizzare o pulire l'acqua quando c'è una crescita batterica eccessiva. Stanno crescendo le prove che l'acqua clorata è potenzialmente tossica e può contribuire a gravi malanni in persone e animali. Non sono stati ancora generati dati specifici nei cavalli; tuttavia, ci sono tutte le ragioni per aspettarsi effetti negativi sulla salute degli stessi, come su quella di ogni altra creatura vivente che si abbevera o nutre con sostanze che presentano livelli di tossicità elevati.

Le droghe sono presenti anche negli approvvigionamenti idrici e non solo nelle aree urbane. Non sappiamo gli effetti cumulativi per la salute di molti tipi di farmaci trovati nelle riserve idriche. Ma ci sono cambiamenti ben documentati nella vita acquatica, con individui sterili, pesci e anfibi deformi e altre problematiche di vivibilità della fauna acquatica costretta a vivere in corsi inquinati. Questo delinea uno scenario pessimista sul fronte della salute anche per i cavalli costretti ad abbeverarsi da fonti impure.

Nutrienti nell'acqua che ne influenzano la bevibilità

Il consumo di acqua è influenzato dal gusto, spesso determinato dal contenuto di minerali, in particolare da cloro, potassio, zolfo e sodio. L'animale cerca di mantenere un equilibrio interno e i minerali influiscono sulla funzione fisiologica, quindi l'assunzione di acqua diminuisce se i minerali in essa contenuti sono sbilanciati.

L'acqua può avere un eccesso di un particolare minerale o ingrediente come nitrato, ferro o rame. I nitrati possono influenzare la vitamina A e l'assorbimento del selenio. Senza vitamina A, il corpo non può utilizzare la vitamina D, E o le vitamine del complesso B completo.

In sostanza, un cavallo costretto a bere acqua inquinata ne berrà di meno, e anche questo comporta danni alla sua salute.

Cosa fare? Testare l'acqua dell'abbeverata del cavallo

Dove farlo? Allo zooprofilattico della propria provincia o in alternativa in un ambulatorio privato di analisi.

Se un pozzo risulta pericoloso, contaminato, non si dovrebbe utilizzarlo per l'abbeverata dei cavalli fino a che non è stato decontaminato.

Il problema principale sarà capire la fonte delle sostanze chimiche che inquinano il pozzo. Se la fonte può essere contenuta, c'è speranza di risolvere il problema. Se la fonte è a monte e non c'è modo di interrompere l'afflusso di inquinanti, il problema continuerà fino a quando l'autore del reato di inquinamento ambientale non smetterà di offendere. E in questo caso sarebbe importante rivolgersi ad un bravo avvocato e iniziare un'azione penale per i danni alla salute subiti dai propri animali.

Rimedi

Filtri e dispositivi possono essere aggiunti alla fonte prima dell'erogazione, consentendo al bestiame l'accesso all'acqua pulita. Una fonte d'acqua contaminata sulla proprietà può continuare a contaminare il pascolo, quindi sia la terra (fattore importante se i cavalli ci pascolano sopra), sia l'acqua dovrebbero essere decontaminate. Un test del suolo identificherà la contaminazione dello stesso. Se vengono eliminati i prodotti chimici nella coltivazione del suolo, i microbi e l'attività biologica naturale rigenereranno e disintossicheranno il terreno nel tempo.

Conclusioni

C'è acqua e acqua e non tutte le abbeverate contribuiscono alla salute migliore per il nostro amico cavallo. Sapere cosa beve, facendo esaminare l'abbeverata almeno in caso di sospetto, ci aiuterà a tenere i cavalli in benessere.

Commentazione.

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente sui social o altri media, citando la fonte. Significa anche che è gradita la donazione, la quale ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari di Horse Angels odv.