Le informazioni qui riportate non sono consigli medici. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un veterinario.

 Il 5 per mille a Horse Angels odv, una firma che non costa nulla

Horse Angels si sta specializzando in tutela di animali e ambiente in Tribunale.

Crediamo che gli animali, le piante, il mare, i laghi, l'ambiente tutto, abbiano bisogno di avvocati perché il benessere animale e ambientale sono beni collettivi.
Siamo costituiti parte lesa in fascicoli per maltrattamento animale e reati ambientali in molte regioni italiane.
Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere codice da inserire: 92169370928

tingey injury law firm yCdPU73kGSc unsplash

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

I pidocchi sono piccoli insetti che in età adulta possono avere una lunghezza di soli 2 - 4 millimetri, il che li rende difficili da rilevare nelle prime infestazioni. Si nutrono dei rifiuti emessi dalla pelle e dei fluidi corporei che possono essere estratti da essa. Si riproducono nei mantelli folti dei cavalli durante i mesi invernali più freddi e risiedono in varie aree del corpo del cavallo, dal mantello alla criniera e alla coda.

Esistono due tipi di pidocchi, entrambi diffusi in tutto il mondo, quelli che si nutrono di squame e detriti della pelle e del pelo, quelli che si nutrono di sangue. Normalmente si trovano alle radici del ciuffo e della criniera, attorno alla base della coda e sui peli appena sopra lo zoccolo, sui lati del collo, sui fianchi.

Le uova del pidocchio sono incollate ai peli degli ospiti vicino alla superficie della pelle e sono pallide, traslucide e subovali. Si dischiudono in circa 3-4 settimane.

Sintomi da infestazione

La pediculosi si manifesta con prurito e irritazione cutanea con conseguenti graffi, sfregamenti e morsi presso le aree infestate. L'infestazione si assoicia a pelo ruvido e opaco, perdita di pelo nelle aree più colpite, presenza di cicatrici e graffi che il cavallo si procura nel tentativo di liberarsi dai parassiti. Nei casi più gravi l'equino può presentare dimagramento e anemia.

Le cause

Cavalli debilitati, che vivono in posti  pochi igienici, sono più inclini alla parassitosi. Le aree delimitate in cui un gran numero di animali sono tenuti insieme rappresentano un rischio maggiore di contaminazione. 

Diagnosi

Non è necessario chiamare un veterinario per diagnosticare i pidocchi, ma per liberarsene un consulto può essere la scelta migliore. Per diagnosticare i pidocchi basta trovarli sulla pelle del cavallo separando il pelo o passando un pettine sottile.

Cura

Occorre rasare il pelo del cavallo se ha il mantello lungo. Poi va applicato un prodotto insetticida apposito per pidocchi, ogni due settimane (tempo di schiusa delle uova) fino all'eradicazione del problema.

Prevenzione

Tenere il cavallo pulito regolarmente e curare con dovizia anche l'ambiente in cui vive. Maggiore l'igiene, inferiore il rischio di infestazione.

Non riceviamo fondi pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

***Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Charityware. Significa che i documenti che si possono scaricare sono utilizzabili gratuitamente come risorse aperte, mentre è gradito che il visitatore che trova utile il nostro sito web ci supporti attraverso azioni dirette o indirette di beneficenza (donazione o 5x1000). Gli articoli sono rilasciati con licenza Linkware, significa che si possono condividere e anche citare riportando il link alla fonte.