Segregata e violentata in un maneggio per due anni una 17enne tedesca. Gli orchi due stallieri pakistani che lavoravano in un maneggio di Cesano, nell'hinterland romano.

La ragazza, allora 17enne, non parlava italiano. Era stata segregata in una stanza della struttura, un agriturismo con annesso maneggio, dove lavoravano i due stallieri. Un incubo durato circa due anni prima che qualcuno si accorgesse della sua presenza: un passante che ha visto gli uomini strattonarla in auto.

I due uomini – un 29enne e un 38enne – le avevano rotto il cellulare e vietato ogni contatto esterno. La ragazza poteva uscire solo accompagnata da uno di loro.

Ma finalmente ieri, martedì 28 novembre 2023, nonostante in aula al tribunale di Roma le persone che lavoravano abitualmente al maneggio/agriturismo abbiano affermato di non essersi accorte di nulla, sono stati condannati. Il primo è stato condannato con rito abbreviato in via definitiva per violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia aggravati dal fatto che la vittima fosse minorenne. Il secondo è ora a processo.

La ragazza è tornata in Germania.