fbpx
(Tempo di lettura: 1 minuto)

I Carabinieri forestali del Reparto Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, nell’ambito di controlli sull’utilizzo dei pascoli montani nell’area aquilana, hanno elevato sanzioni amministrative per circa 20.000 euro ed hanno denunciato alcuni allevatori che utilizzano i pascoli all’interno dell’area protetta.

Negli allevamenti bovini, equini ed ovini, violando norme comunitarie, nazionali e regionali, gli allevatori svolgevano le loro attività in pascoli abusivi. Viene contestata anche l’omessa vigilanza e l’introduzione di animali al pascolo in quota in periodo non consentito, ponendo una seria ipoteca sulle capacità di carico dei pascoli e sulla possibilità di permanenza in quota del bestiame in estate.

I Carabinieri Forestali delle Stazioni Carabinieri “Parco” di Assergi, Arischia e Campotosto nel corso di attività svolte insieme al servizio veterinario della Asl di L’Aquila Avezzano Sulmona hanno sequestrato diversi cavalli, diffidenti e difficilmente avvicinabili in considerazione dell’abitudine di vivere allo stato brado.

Gli animali erano privi di microchip e non in regola con gli obblighi di identificazione e gestione dell’anagrafe equina, anche in relazione agli obblighi di legge connessi all’anemia infettiva degli equini.

Commentazione.

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0)

cc by nc nd 300x104

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.