fbpx
(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Il virus dell'herpes equino - rinopolmonite equina - comprende più tipologie. Fortunatamente, è molto specifico per specie, il che significa che gli esseri umani non vengono colpiti  dal virus dell'herpes equino e viceversa.

Esistono 4 sottotipi noti nei cavalli, di cui il tipo 1 (EHV-1) è il più diffuso. Le diverse classificazioni del virus dell'herpes equino influiscono su sistemi diversi; uno colpisce i sistemi riproduttivo e neurologico, mentre un altro causa problemi respiratori. Il tipo di virus determinerà anche i sintomi che colpiscono il cavallo.

Sintomatologia

Il periodo di incubazione per il virus dipende dal sottotipo che colpisce il cavallo, ma generalmente va da 4 a 10 giorni, poi si possono vedere i seguenti sintomi:

  • Febbre
  • Secrezione nasale
  • Linfonodi ingrossati
  • Diminuzione delle prestazioni di lavoro
  • Debolezza nelle zampe posteriori
  • Andatura strana
  • Inappetenza
  • Letargia

Possono verificarsi problemi neurologici, come paralisi o movimenti del corpo non coordinati (atassia), anche convulsioni, incapacità di alzarsi e morte. Questo di solito è nei casi di EHV-1 che può anche causare aborti in cavalle gravide.

Le cause

Il virus dell'herpes equino è altamente contagioso e si diffonde rapidamente da cavallo a cavallo attraverso l'inalazione di secrezioni respiratorie, il contatto diretto e anche quello indiretto ma mediato da materiale infettato.

Diagnosi

Un veterinario può fare una diagnosi presuntiva del virus dell'herpes equino in base ai segni clinici che il cavallo presenta, specialmente se più di un cavallo in una stalla ha gli stessi sintomi. Il tampone è poi un esame diagnostico per confermare la presenza del virus.

Trattamento

Poiché l'agente infettivo è un virus, non esiste una cura. Si possono solo fare terapie di supporto che aiuteranno il recupero. Ci sono farmaci, come gli antibiotici, che possono aiutare con le infezioni secondarie che colpiscono il cavallo mentre il suo sistema immunitario è indebolito. I farmaci antinfiammatori possono aiutare a mantenere il cavallo a proprio agio e incoraggiarlo a mangiare e bere normalmente mentre combatte la malattia.

Anche una volta che il cavallo si è ristabilito, il virus dell'herpes ha la capacità di rimanere dormiente nel corpo del cavallo e riemergere in qualsiasi momento (specialmente quando il cavallo è stressato).

Quando si verifica un focolaio, l'emissione rigorosa e tempestiva delle procedure di quarantena aiuterà a contenere la malattia.

Convalescenza

È indispensabile che un cavallo infetto dal virus dell'herpes equino sia isolato da altri cavalli per prevenire la diffusione della malattia.

Prevenzione

L'igiene è essenziale, in quanto le particelle virali, se sono trasportate dagli strumenti o dagli indumenti delle persone che accudiscono gli animali, possono trasmettersi facilmente da cavallo a cavallo. Tutti i box dei cavalli devono essere disinfettati dopo il trasporto. Tutti i cavalli che mostrano sintomi respiratori devono essere isolati fino alla diagnosi, in quanto il virus è molto labile e non è in grado di viaggiare per lunghe distanze. È necessario isolare anche le giumente che abortiscono.

Poiché l'immunità naturale ha una durata molto breve, la vaccinazione rappresenta una parte integrante della strategia di controllo dell'EHV, poiché è stato dimostrato che è in grado di ridurre la disseminazione del virus e l'incidenza degli aborti.

Consulta il tuo veterinario per saperne di più su questi vaccini e per vedere se possono essere utili per il tuo cavallo.

Commentazione.

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0)

cc by nc nd 300x104

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.