fbpx

Sviluppo Network

Più doni più ricompense ricevi! Puoi donare anche in memoria di qualcuno o per fare un omaggio a qualcuno.
(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Cacciatori ammazzavano animali nei confronti dei quali la caccia non è consentita: rispondono di uccisione di animali o solo della violazione delle norme sulla caccia?

Il 16 ottobre 2018 due cacciatori di Giugliano in Campania venivano sorpresi a sparare e uccidere specie verso cui la caccia non è consentita: in questo caso esemplari di tortore dal collare orientale.

Venivano , così, citati in giudizio dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord:

  • sia per il reato previsto dall'art. 30 lettera h) legge n. 157/1992, cioè la Legge "per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio" , che punisce chi " chi abbatte, cattura o detiene specie di mammiferi o uccelli nei cui confronti la caccia non è consentita",
  • sia per uccisione di animali, come previsto e punito dall'art. 544 bis del codice penale, che prevede, appunto, che "chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da quattro mesi a due anni".

Infatti, chi uccide animali nei confronti dei quali la caccia non è permessa, non solo infrange le norme della Legge sulla caccia, ma commette anche, a seconda dei casi e delle condotte poste in essere, i delitti di maltrattamento o di uccisione di animali.

La Suprema Corte ha ribadito che "Il rapporto di specialità tra le due norme, oltre che sul piano strutturale del confronto tra fattispecie astratte e della diversità della materia regolata è escluso anche dall'art. 19 ter disp. coord. c.p., secondo il quale il reato previsto dall'art. 544 ter c.p. e delle altre disposizioni del titolo 9-bis, libro secondo, c.p., non si applicano ai casi previsti in materia di caccia ed alle ulteriori attività ivi menzionate, purchè siano svolte nel rispetto della normativa di settore (Sez. 3, n. U60 del 06/03/2012, Calvaruso, Rv 252251-Sez. 3, n. 16497 del 28/02/2013, Rondot, n.m.)." "Non vi è dunque concorso apparente tra norme, nè identità del fatto ne alcun rapporto di specialità tra la contravvenzione ed il delitto." (cfr. sempre cfr. Cassazione penale sez. III, 05/03/2015, (ud. 05/03/2015, dep. 12/10/2015), n.40751).

In parole povere, chi maltratta o uccide animali nei confronti dei quali sono consentite alcune pratiche, tipo quelle della caccia o della sperimentazione animale o delle altre attività consentite dalla legge e regolate da leggi speciali, oltre ad infrangere le leggi di settore e quindi risultare responsabili della loro violazione (e sanzioni conseguenti), pone in essere anche una condotta contraria al codice penale e potrà essere accusato di maltrattamento o di uccisione di animali.

Pertanto, chiunque macella animali, caccia animali, li usa a scopo ludico, li usa a scopo di sperimentazione scientifica e così via, quando non rispetti la normativa di settore, oltre ad infrangerla e subire le relative sanzioni, potrà anche essere accusato dei reati sopra indicati.

Oggi 21 giugno 2021 si è tenuta una delle prime udienze del processo (nella quale si sono verificate la regolarità delle notifiche degli atti), la prossima il 21.2.2021.

Horse Angels ODV, difesa dall'Avv. Laura Mascolo del Foro di Napoli, oggi presente al processo, già riconosciuta persona offesa, si costituirà parte civile per vedere puniti i responsabili dei comportamenti indicati, proprio perché è un passo avanti nella storia dei diritti animali vedere punite persone che si dedicano alla caccia non seguendo le regole anche per il delitto di uccisione di animali.

Articolo da aggiornare con l'esito della vicenda giudiziaria.

I commenti saranno revisionati prima della pubblicazione

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente sui social o altri media, citando la fonte. Significa anche che è gradita la donazione, la quale ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari di Horse Angels odv.