fbpx

Sviluppo Network

Più doni più ricompense ricevi! Puoi donare anche in memoria di qualcuno o per fare un omaggio a qualcuno.
(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Ipotizzati violazione delle regole del protocollo paliesco e altri possibili reati.

Il processo di primo grado

I fatti risalgono al 2015. I cavalli da cui partì l'indagine, che secondo l'accusa gli imputati volevano far passare per mezzosangue tramite lo scambio di microchip, furono poi esclusi dal correre il Palio di quell'edizione. 

Il veterinario viterbese Mauro Benedetti avrebbe proceduto alla sostituzione del passaporto di due cavalli purosangue inglesi con quello di due aglo-arabi mezzosangue.

4 gli imputati (accusati a vario titolo di falso ideologico per soppressione, violazione di sigilli e frode processuale, maltrattamento e uccisione di animali, commercio ed impiego di farmaci non consentiti) Luigi Bruschelli,  detto Trecciolino, suo figlio Enrico Bruschelli, detto Bellocchio, Sebastiano Murtas e il veterinario Mauro Benedetti.

8 le parti civili ammesse, tra cui il Comune di Siena, Horse Angels, altre associazioni animaliste.

Fondamentale la testimonianza  di Annarita Saltalamacchia, ex compagna di Luigi Bruschelli, e proprietaria di uno dei cavalli da cui è scaturito il processo, che ha raccontato una versione contraria rispetto a quella sostenuta dalla difesa degli imputati. Secondo la testimone infatti, sia il veterinario che i fantini Luigi Bruschelli e Enrico Bruschelli sarebbero stati a conoscenza dello scambio dei cavalli.

Secondo la testimonianza, ci potrebbero essere stati cavalli scambiati per il Palio di Siena in più occasioni nel passato, quando i controlli erano meno pressanti.

Per quando riguarda Sebastiano Murtas, altro imputato, la testimone non avrebbe fatto il suo nome tra coloro che erano a conoscenza dello scambio. 

La sentenza di primo grado

La condanna di primo grado è arrivata il 18 giugno 2019.

Assolti Enrico Bruschelli e Sebastiano Murtas.

Assolti per l’accusa di maltrattamento ma non per falso in atto pubblico Luigi Bruschelli, condannato a 4 anni e 10 mesi, e il veterinario Mauro Benedetti, condannato a 2 anni e 7 mesi.

Per il Bruschelli interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.

Ma, soprattutto, entrambi condannati al pagamento delle spese processuali di tutte le 8 parti civili e al risarcimento dei danni morali patrimoniali delle stesse, da quantificare davanti al giudice civile.

Horse Angels ringrazia il proprio legale Chiara Lombardo del Foro di Firenze, più la Procura - pm Sara Faina - e la Magistratura - giudice Luciano Costantini - interessati al procedimento.

L'appello per Trecciolino

I legali del fantino e la Procura hanno impugnato la sentenza del tribunale di Siena.

Il processo a Luigi Bruschelli detto “Trecciolino” sui cavalli scambiati continuerà quindi in Appello. I legali del fantino e la Procura di Siena hanno impugnato la sentenza del Tribunale di Siena che lo ha condannato a 4 anni e 10 mesi per i fatti legati allo scambio dei cavalli e il reato di falso. In primo grado Bruschelli è stato assolto dalle accuse di frode processuale, violazione dei sigilli e maltrattamenti di animali. Reati che in appello potrebbero tornare in "ballo", visto che la procura stessa ha impugnato la sentenza di primo grado.

Horse Angels si costituirà anche in appello, sempre difesa dall'Avv. Chiara Lombardo del Foro di Firenze.

I commenti saranno revisionati prima della pubblicazione

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente sui social o altri media, citando la fonte. Significa anche che è gradita la donazione, la quale ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari di Horse Angels odv.