fbpx

Sviluppo Network

Più doni più ricompense ricevi! Puoi donare anche in memoria di qualcuno o per fare un omaggio a qualcuno.
(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

Sono 37 gli imputati del processo dinanzi al giudice Anita Carughi, relativo al procedimento penale scaturito dall’indagine “Iceberg” in Calabria, che afferisce alla cosiddetta "banda dei rom".

Per la parte animale, gli imputati maltrattavano pecore e uccidevano galline in modo illecito. Per la parte ambientale, mettevano a repentaglio la salute pubblica sversando rifiuti pericolosi nell'ambiente.

Nei confronti degli imputati la Procura di Locri, con il procuratore capo Luigi D’Alessio e il sostituto Marzia Currao, contesta a vario titolo e con modalità differenti reati come la partecipazione ad un’associazione per delinquere finalizzata all’organizzazione di delitti contro il patrimonio, quali estorsioni, ricettazioni, riciclaggi, furti e truffe, nonché contro la fede pubblica, l’ambiente/animali ed in materia di stupefacenti, aggravati dalla disponibilità di armi.

L’inchiesta “Iceberg”, eseguita nel settembre scorso, scaturisce da una complessa attività d’indagine che si è sviluppata dal novembre 2019 in poi ad opera delle stazioni dei Carabinieri di Ardore Marina e Bovalino, ed è stata coordinata costantemente dalla Procura di Locri. Ha permesso di dimostrare l’operatività di un gruppo ritenuto attivo nei comuni locridei, riconducibile ad elementi appartenenti alle locali comunità rom, storicamente radicate sul territorio.

Tale gruppo avrebbe pianificato e commesso delitti di rilevante gravità contro l’ordine pubblico, la persona, il patrimonio e la fede pubblica. Nel corso dell’indagine i carabinieri hanno infatti ricostruito e documentato reati che vanno dai furti in abitazione, alla ricettazione, dallo spaccio di sostanze stupefacenti, alla detenzione abusiva di armi e munizioni, dallo smaltimento illecito di rifiuti, alle truffe con sottrazione di mezzi da lavoro, motoveicoli, ciclomotori, al maltrattamento animale, anche con la partecipazione di soggetti di minore età e con la disponibilità di armi. Reati perpetrati nei comuni di Ardore, Bovalino, Bianco, Brancaleone, Caulonia, Locri, Marina di Gioiosa Jonica, Roccella Jonica, San Luca, Sant’Ilario dello Jonio e Siderno.

Il rito abbreviato

Si è concluso al 30 giugno 2021 con 12 condanne a poco meno di mezzo secolo di carcere e un’assoluzione il filone dell’abbreviato del processo scaturito dall’operazione “Iceberg”. Il gup di Locri Anita Carughi ha sostanzialmente confermato l’impianto accusatorio rappresentato dal sostituto Marzia Currao, che nella requisitoria ha ripercorso gli esiti dell’indagine eseguita dai Carabinieri dal novembre 2019 in poi, che hanno disvelato l’operatività del gruppo nel territorio dei comuni locridei, riconducibile a elementi appartenenti alle comunità rom, in posizione ritenuta «non conflittuale e non concorrenziale con la criminalità organizzata». I condannati avrebbero pianificato e commesso delitti anche gravi contro l’ordine pubblico, la persona, il patrimonio e la fede pubblica.

Le parti civili:

Comune di Bovalino, Comune di Sant'Ilario dello Ionio e Horse Angels odv, quest'ultima difesa dall'Avv. Giuseppe Marino del Foro di Reggio Calabria.

Da aggiornare con l'esito del processo ordinario per quegli imputati che non hanno scelto l'abbreviato.



Altri fascicoli seguiti con lo stesso difensore di fiducia:

Reggio Calabria, truffa al Comune e maltrattamento di animali: 17 rinvii a giudizio

Inchiesta sulla gestione dei canili lager nel territorio di Reggio Calabria.Il gup di Reggio Calabria, Tommasina Cotroneo, ha rinviato a giudizio 17 persone nell'ambito dell'inchiesta sulla gestione dei canili della frazione "Mortara" di Reggio Calabria e Campo Calabro. Il processo sarebbe dovuto iniziare il 5 maggio 2021 davanti al Tribunale di Reggio Calabria...

Rubare un animale per salvarlo da maltrattamenti non è sempre reato

La Cassazione con la pronuncia n. 40438/2019 ha annullato la condanna a dodici animalisti che nell’aprile del 2012 si erano introdotti nell’allevamento Green Hill per liberare 67 beagle.

Durante la celebrazione del processo, si è arrivati nel 2014, a una modifica dell’articolo 13 della Legge delega n.96 del 2013 con il quale è stato vietato allevare cani, ...

Operazione Dirty Iron, Horse Angels odv ammessa come parte civile lesa

1 dicembre 2020, Locri (RC) – E' iniziato il processo Dirty Iron, abbiamo il piacere di invormarVi che, all'odierna udienza, siamo stati ammessi come parte civile (speriamo sia la prima di tante per la parte ambientalista afferente al nostro Statuto) e il Giudice ha rinviato all'udienza del 02 febbraio 2021 per escutere due testimoni del PM operatori di PG. Il d...

Operazione arsenico, Horse Angels parte civile lesa

COSENZA Dovranno rispondere di inquinamento ambientale 12 imputati nei confronti del Tribunale di Cosenza, dove  si è aperto il processo scaturito dall'inchiesta “Arsenico” in data 8 febbraio 2021. Horse Angels parte lesa, difesa dall'Avv. Giuseppe Marino del Foro di Reggio Calabria. L’indagine, condotta dai carabinieri del reparto forestale e...

I commenti saranno revisionati prima della pubblicazione

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente sui social o altri media, citando la fonte. Significa anche che è gradita la donazione, la quale ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari di Horse Angels odv.